Travel VIP Day 2016, grande successo a Portorose

Copia di P1000115Seconda riuscitissima edizione del Travel VIP Day a Portorose, la bella stazione termale e balneare in Slovenia che ha accolto il folto gruppo di agenti di viaggi e operatori ospiti del gruppo Travel Quotidiano, del gruppo sloveno LifeClass Hotels & Spa e dell’Ente del Turismo Sloveno, di Portorose e Pirano, con il supporto logistico di GoOpti per i transfer da Trieste e Venezia.

Copia di P1000210

Riconoscimenti per le agenzie al VIP Day

Due giorni di lavoro, dialogo e relax
Il successo dei due giorni di Travel Vip Day al Grand Hotel Portorose con un centinaio tra operatori, fornitori e agenti di viaggi in arrivo da tutta Italia, ha concluso la prima serie dei Travel Open Day 2016, la fiera itinerante di incontri face-to-face partita da Lugano lo scorso gennaio e proseguita in oltre venti tappe nelle città italiane, a Lubiana e per la seconda volta a Monaco di Baviera.
Premiati a Portorose anche The King & The Queen dei Travel Open Day, i commerciali più popolari e apprezzati nel 2015 dagli agenti di viaggi, che li hanno scelti partecipando al sondaggio lanciato online da Travel Quotidiano e Travel Open Day.

Copia di P1000166

Daniela Battaglioni, Gruppo Travel; Alessandro Biasi, Hotelplan; Monette Rose, Seyuchelles Tourism Board; Goradz Skrt, Ente del Turismo della Slovenia

Così il Travel VIP Day ha offerto di nuovo ai suoi ospiti un momento piacevole di riflessione in pieno relax, di confronto e di dialogo tra professionisti sui diversi fronti del mercato: agenti di viaggi e tour operator, piattaforme online e compagnie di crociera, enti del turismo e servizi innovativi come quello di GoOpti, la nuova piattaforma per il transfer low cost tra le città e gli aeroporti creata appunto da due giovani agenti di viaggi di Lubiana.

gruppo pIrano

Una parte del gruppo in visita a Pirano

Italiani in grande ascesa
La calorosa accoglienza dei padroni di casa ha consentito agli ospiti di assaporare i molti pregi di una meta in ascesa nella domanda italiana: «Siamo vicini, abbiamo mare e una natura splendidi, prezzi molto invitanti, ma soprattutto – ha detto il direttore dell’ente del turismo di Pirano…? – tutti parliamo anche l’italiano, per voi siamo una meta facile e molto serena». Anche perché al momento tutti gli analisti segnalano il piccolo Paese a due passi da Trieste, stretto tra l’Austria, l’Italia e i Balcani, tra le mete a zero rischio rischio di terrorismo. Solo due milioni di abitanti , 300mila nella capitale Lubiana: la Serenissima e l’Austria asburgica dominano nel design elegante e del centro di Pirano, luminosa e protesa nell’Adriatico all’estremità del Golfo di Trieste.

Copia di P1000129

Daniela Battaglioni tra Roman Bazec, direttore del Casino Portorose, e Igor Novel, direttore Ente del turismo di Portorose

All’interno le Alpi, boschi infiniti, fiumi e torrenti per le vacanze nella natura, ottima tavola, le scuderie dei cavalli di Lipica, le celebri grotte di Postumia e di San Canziano. Portorose, città di saline e stazione balneare a due passi da Pirano, cui la collega in pochi minuti anche un piccolo traghetto, ha le sue fonti termali modernamente utilizzate, oltre 14mila posti letto di qualità, belle spiagge attrezzate, e il richiamo di quattro casinò.

«Per tutto questo gli italiani ci apprezzano molto – ha sottolineato Goradz Skrt, direttore dell’Ente nazionale del Turismo Sloveno – ne accogliamo circa 400mila l’anno per un totale di un milione di notti, ma nel 2015 sono aumentati del 10%, quest’anno sono già il 30% in più».

Copia di P1000136 (1)

Aaron Uazeua e Vesna Petrovcic Misic, LifeClass Hotels & Spa

LifeClass: “Educhiamo gli ospiti ai piaceri sani»
«Non siamo semplici albergatori, noi educhiamo i nostri ospiti al benessere, e ai piaceri sani»: Aaron Uazeua, area sales manager, spiega subito cosa ispira il lavoro di LIfeClass Hotels & Spa, il gruppo sloveno che a Portorose offre il complesso di sei hotel adiacenti e connessi tra loro – tra classici e moderni – e con sette centri per il wellness, con palestre, piscine termali e di acqua di mare, e una spiaggia attrezzata per 500 lettini che a breve saliranno a 800. E con settori e aree, anche di accoglienza, dedicate a famiglie e gruppi, in architetture studiate per favorire la socializzazione e addirittura un hotel con ogni piano dedicato a una disciplina sportiva diversa, per accoglierne gli atleti. «Qui abbiamo l’offerta wellness, termale e curativa più completa d’Europa – dice Aaron – anche un importante centro Wai Thai, medico ayurvedico, thalasso, anti-ageing e sauna park», il tutto su una superficie di 10metri quadrati.
A giugno apre completamente ristrutturato l’hotel Slovenija, un cinque stelle che promette di esser il più prestigioso di Portorose e rilancia un’antica storia locale sulla “coltivazione della mente” con i cristalli bianchi di sale. Il tutto a 10 minuti a piedi dallo storico Casinò Portorose, inaugurato nel 1913, quando la Slovenia era ancora austroungarica.

Copia di P1000140

Stefano Tomasin e Matteo Fiori, GoOpti, con Massimo Manchi, Gruppo Travel, e Daniela Battaglioni

Un sindaco dal Ghana, il transfer con l’algoritmo
Due segnali intanto dicono tutta la modernità culturale della Slovenia: Peter Bossman è il sindaco di Pirano, medico e politico nero immigrato dal Ghana negli anni ’70 e naturalizzato. E GoOpti, la piattaforma che offre i primi transfer low cost tra le città e gli aeroporti, per ora in Slovenia e nel Nord dell’Italia, è stata pensata e fondata nel 2011 da tre giovani agenti di viaggi di Lubiana, Marko Guček, Sašo Sušnik, Tomaž Lorenzetti. La piattaforma riesce nel magico intento di chiedere tre tipi di tariffa, e senza confronto sul mercato, grazie a un algoritmo che governa tutta la logistica operativa, giocata esclusivamente su piccoli van da 8 posti. Come hanno spiegato a Portorose Stefano Tomasin e Matteo Fiori, che promuovono GoOpti con il trade italiano.