Balkan Express: tutta colpa del fornitore

Sarebbe tutta colpa del fornitore. Balkan Express lo afferma sulla propria pagina Facebook, pur senza fare il nome del presunto colpevole, e dopo una lunga giornata di incertezza lo dichiara apertamente: è cancellata tutta la programmazione fino al 28 dicembre, verosimilmente incluso.
Balkan Express non spiega granché ma almeno assicura i rimborsi con la copertura di una polizza Filo Diretto Protection.
Di seguito il testo della nota, per chi l’avesse persa su Facebook.
“Facciamo seguito alle pregresse comunicazioni per rappresentarvi che in seguito alla repentina rottura dei rapporti commerciali con il nostro principale fornitore dei servizi a terra, ci vediamo costretti a sospendere la programmazione per Sharm El Sheikh sino al 28.03.2018.
“Provvederemo a stretto giro ad eseguire un parziale rimborso degli importi già versati per le prenotazioni confermate, in misura proporzionale alle nostre attuali disponibilità di cassa.
“Provvederemo nel più breve tempo possibile a corrispondere gli importi restanti fino a concorrenza dell’integrale importo del costo di prenotazione.
“Riteniamo opportuno segnalarvi che Balkan Express ha sottoscritto con la Compagnia Filo Diretto la polizza “Filo diretto Protection” (polizza n. 6006000910/A ) in sostituzione del Fondo di Garanzia in conformità all’art. 50 del Codice del Turismo (D. Lgs. n. 79 del 23/05/2011) e alla Direttiva UE 2015/2302 del 25/11/201, per proteggere i viaggiatori anche in caso di annullamento del viaggio per insolvenza temporanea del tour operator.
“Quanto sopra in un’ottica di totale trasparenza e nell’auspicio di una comprensiva collaborazione tesa a contenere le conseguenze negative della contigente situazione verificatasi”.