Ibiza Project: «Vi offriamo la nostra Ibiza»

Ibiza ProjectUn sogno condiviso divenuto realtà grazie all’impegno di entrambi. Nasce con questo incipit la storia di Ibiza Project, dmc italiana basata a Ibiza che muove i suoi primi passi nel 2015, coronando il desiderio di Marco Dadone e Lara Corsinovi.
I due fondatori si lasciano alle spalle una decennale esperienza tra le fila di grandi marchi della tourism industry tricolore, come Alpitour e Welcome Travel e partono alla volta di Ibiza, luogo simbolo della vacanza, isola sfaccettata e da sempre desiderata dai turisti italiani ma non sempre commercializzata con tutti i crismi che merita.

«Il nostro grande vantaggio è essere qui – premette Lara Corsinovi -, io vivo da 10 anni a Ibiza». Un plus che garantisce una marcia in più nei confronti della concorrenza, agguerrita, neanche a dirlo, di chi propone vacanze a Ibiza e in generale alle Baleari.

«Ibiza è una realtà piccola ma complicata – spiega Marco Dadone -, essere in loco vuol dire poter scegliere a chi affidarsi, valutare i rapporti e i fornitori in maniera diretta».
Accomodation, escursioni ma anche servizi di concierge in tutta Ibiza e Formentera. Clienti individuali ma anche tante agenzie che bypassano il tour operating classico e ancora Mice perché i team building aziendali e le convention non perdono mai terreno a Ibiza.
Flessibilità è quindi una delle parole d’ordine di Ibiza Project, unita a un approccio sartoriale, indispensabile. «Le agenzie ma anche i clienti finali non sono costretti a fare tutto con noi – prosegue Dadone -. Offriamo ogni tipo di servizio ed essere qui ci dà la possibilità di trovare soluzioni e risolvere problemi in maniera tempestiva».

Ibiza ProjectIl 2018 della dmc si muoverà all’insegna del consolidamento e dell’allargamento della base clienti. «Nelle ultime tre stagioni abbiamo assistito a una crescita costante – spiegano i due fondatori -, quest’anno sarà importante mantenere alta la soddisfazione del cliente – siamo fieri di dire che non abbiamo mai avuto complain –e far crescere il ventaglio della nostra clientela, grazie anche alle tante agenzie italiane che ci indirizzano i loro clienti individuali».
Da ultimo non mancherà una capatina sui mercati esteri, con la partecipazione alle fiere di settore internazionali.

Stefano Gianuario