In viaggio con l’agente: il Portogallo per tutti i gusti

Non serve una scusa per visitare il Portogallo: comodo, ben collegato da Tap Air Portugal, sempre con un migliore assetto turistico con hotel di livello e strutture come i Solares de Portugal, case private di altissimo livello e hotel di ogni categoria.

Di certo, per tour operator e adv specializzati la BTL, giunta quest’anno alla XXX edizione, è una bella finestra per incontrare la realtà dell’offerta dalle catene alberghiere, Dom Pedro hotel su tutte, ai dmc, come Top Atlantico e Qasar ben noti al mercato italiano.

Marcelo Rebanda

Lisbona con le sue attrattive e tutto il paese, hanno nuovamente entusiasmato, con un’offerta segmentata fra leisure, business, mice, il gruppo di invitati dall’Ente del turismo de Portugal e Tap Air Portugal.

Marcelo Rebanda direttore in Italia dell’Ente, snocciola le cifre relative al settore turistico Lusitano. «Nel 2017 la spesa turistica è aumentata del 16,6% con un totale di 39 miliardi di euro di introiti – spiega – Le strutture alberghiere del paese hanno accolto 20,6 milioni di ospiti con 57,5 ​​milioni di pernottamenti (+8,9% e +7,4% rispetto al 2016). In questo scenario l’Italia gioca un ruolo importante con 543mila 200 arrivi nel 2017 (+ 14,6%). Con un medium stay di circa 2.5 giorni, abbiamo avuto 1milione 323mila room night (+14%) e, la notizia migliore, viene dalla spesa degli italiani, che hanno alzato il tiro della qualità richiesta spendendo 337.5 milioni di euro per un +27%. Dati incoraggianti quindi anche per tutte e 7 le regioni, salvo Madeira che è in controtendenza. La più interessante crescita è da attribuire al Centro del Portogallo ».

 

Tap Air Portugal
Le novità della compagnia lusitana sono tre. Riguardano il nuovo filmato sulla sicurezza a bordo affidato in maniera creativa a situazioni esterne, molto piacevole e pieno di testimonial, il nuovo A330 Neo con la configurazione di C class (24 posti) e, per quello che riguarda l’Italia il collegamento che dal 10 giugno collegherà Lisbona a Firenze 10 volte la settimana con raddoppio voli nel week end. Lisbona è hub per i proseguimenti interni (shuttle per Porto 22 voi al giorno) per poi volare in Brasile e Nord America, mentre da Malpensa, dal 25 marzo, riprenderanno (2 al giorno) i collegamenti con Porto. Infine state pronti che dal 1 maggio ci sarà il nuovo programma di fidelizzazione dedicato alle piccole e medie imprese: il Tap Corporate.

 

Ma cosa ne pensano, per segmenti i protagonisti del mercato?
La parola agli agenti

Pier Mario Testa – TiBiWorld – Roma

Il Portogallo offre tante opportunità, noi cerchiamo di coglierle tutte!

Il paese ha tanto da offrire a livello di cultura, di bellezze artistiche e naturalistiche, nonché di prelibatezze enogastronomiche. Sono tanti gli angoli e gli scorci che offrono spunti a fotografi provetti o dilettanti.
E’ proprio per questo che proponiamo volentieri viaggi fotografici in Portogallo (e non solo). A partire dal 2018 iniziamo a presentare anche una proposta per piccoli gruppi, realizzando il nostro primo viaggio a tema fotografico nel nord del paese.
In Portogallo si riesce a costruire un’offerta di grande qualità, con alberghi eccellenti e belle Pousadas, visite guidate e degustazioni, il tutto con un rapporto costi/servizi davvero interessante.
Nell’ambito religioso Fatima rappresenta poi una delle principali mete di pellegrinaggio al mondo. Grazie all’ottimo rapporto che ci lega alla TAP, da oltre dieci anni organizziamo pellegrinaggi per individuali, piccoli e grandi gruppi.

Alessandra Lampitelli – Destination Fitness Portogallo – Evolution Travel – Torino

Portogallo e fitness: un connubio perfetto… “Benessere attivo” è la parola d’ordine!

Amo il Portogallo da sempre, poiché seppur piccolo, ha la più grande varietà di paesaggi, micro-climi, culture, colori e strutture ricettive all’avanguardia che si possano concentrare in uno spazio tanto ridotto. Ed è proprio questo suo essere aperto, innovativo e accogliente a renderlo la destinazione ideale per le nostre nuove proposte viaggio-fitness: rigenerarsi facendo attività fisica sulla spiaggia al tramonto, respirare a pieni polmoni la salsedine che le onde portano sul terrazzo di una location privilegiata

fronte spiaggia, un concetto sofisticato di piacere e comfort concepito per creare una fusione perfetta tra relax e pratiche sportive. Dal design contemporaneo e costruito con materiali naturali, come il legno, gli hotel 4 stelle superior che scegliamo, rendono il soggiorno ricco di pace, armonia e benessere, sin dal primo momento in cui se ne varca la porta.  Un tour di gruppo per visitare i luoghi culturalmente interessanti del Portogallo del nord, fare sport, coccolarsi presso la spa, senza rinunciare al divertimento di un aperitivo in compagnia! Destination fitness prima che un viaggio, è un’esperienza che amo definire “selvaggia”: il contatto con la natura amplifica il benessere dell’allenamento, provare per credere!

Maria G. Fanizza – Full Projects – Milano

“E em breve os nossos males escueceram ante a incomparàvel beleza daquela serra bendita”.
E presto i nostri mali furono dimenticati davanti alla bellezza incomparabile di quella montagna benedetta.
Fernando Pessoa

Il Portogallo ben si addice al “mice”. Porto, ad esempio è destinazione ideale per il settore perché racchiude tutte le precise caratteristiche che questo comparto richiede: accessibilità, sostenibilità, cultura, enogastronomia, efficienza dei CVB.

Le strutture ricettive, sono innovative, di elevata qualità ed accessibili ai diversi livelli di budget per accogliere congressi, meeting e fornire servizi mirati. Molte sono le soluzioni disponibili, per soddisfare grandi numeri o per confezionare un evento “su misura”, grazie ad una proposta alberghiera di rilievo, agli spazi congressuali di capienza variabile, alla possibilità di affittare dimore storiche ed ai molteplici percorsi culturali.

Il percorso di restauro degli edifici d’epoca, è stato condotto nel rispetto assoluto del patrimonio storico-artistico e delle bellezze naturali presenti. Porto è anche una meta esotica quanto basta. Ricca di tradizioni oltre che di natura, clima e coste ancora intatte, accoglie gli eventi “mice” in un’atmosfera sospesa tra passato e presente, dove suggestivi scorci paesaggistici e un tessuto urbano ricco di contrasti si incrociano.

E’ una destinazione turistica vibrante e storica che in pochissimi anni si è trasformata in una città all’avanguardia ed elegante. Di una eleganza pacata, non urlata.

Magnifica e strategica la posizione in cui si trova. Destinazione di “corto e medio raggio” ben collegata, duttile, piena di contenuti propri, che necessita quasi di null’altro.

Porto offre interessanti ed ampi margini di “recupero” dopo una giornata di convegno o di congresso; racconta la profondità  del legame che i portoghesi hanno con questa terra.

Simone Gori – Cutter Viaggi – Prato

Lisbona è tentacolare, le strade si arrampicano sui sette colli su cui si distende per poi farti assaporare un panorama diverso ad ogni discesa.

Il centro è stupendo: pieno di locali e esperienze enogastronomiche interessanti, soprattutto a chi apprezza il pesce molto condito. Il rituale a fine pasto è chiaro: bicchierino di porto e pasteis de nata, molto gradito! Adattissima per un weekend tra amici o per una coppia alla ricerca di una destinazione facile e pratica con taxi alla portata di tutte le tasche e costi contenuti per gli sfizi della tavola.

Lisbona offre anche la possibilità nei tre giorni di permanenza di essere punto di partenza per le escursioni più varie: Sintra, Estoril, Cabo da Roca. Tutte al massimo di un’ora di distanza.

Individuale o di gruppo, il ricettivo leisure a Lisbona è pronto ad accogliere chi voglia assaporare la città per uno short break o come punto di partenza per un tour del Portogallo, contando sui collegamenti aerei di Porto e Faro che TAP Air Portugal in maniera molto metodica e intelligente ha messo in campo.

Mabel De Bernardi – The Differences, Travel with soul – Milano

Portogallo, terra di nostalgia e speranza per il futuro

Lisbona si riflette sull’acqua, un’architettura che parla di mare, di notti nei vicoli vicino al porto, l’atmosfera caotica e inafferrabile di Alfama, i panni stesi ai balconi, i negozi di alimentari rivestiti di piastrelle con gli stoccafissi appesi, i piccoli laboratori artigiani ed i negozi vintage. Misteriosa, appassionata e un po’ decadente è la città che da origine al “Fado” la musica diventata Patrimonio dell’Unesco nel 2011. La melodia traduce perfettamente la malinconia che permea la città, tristezza, nostalgia per ciò che si è perduto e il pensiero rivolto al futuro. Il Fado è l’anima profonda del Portogallo, racconta di partenze verso terre lontane; la separazione, il dolore e la sofferenza di chi a casa attendeva quei marinai che salpavano senza certezze, ma racconta anche di speranza e nuove possibilità.

Antica e moderna, Lisbona è diventata una metropoli con un’intensa vita culturale, sede di numerosi musei nazionali e gallerie d’arte. Accanto alla tradizione, oggi Lisbona, ospita i simboli di una cultura giovane che pulsa di tante novità, come LX Factory, un polo della creatività nel quartiere di Alcantara, proprio sotto il ponte 25 Aprile, una zona un po’ hipster occupata da bar e locali all’avanguardia.

La varietà dei paesaggi, la sicurezza, la calorosa accoglienza della gente e la qualità raffinata del vino e del cibo, hanno permesso al Portogallo di aggiudicarsi il premio come migliore destinazione turistica in Europa ai World Travel Awards 2017.

Il Portogallo si è sviluppato turisticamente diventando un paradiso per golfisti di tutta Europa, la meta perfetta per romantici weekend e soggiorni al mare in Algarve, ma si sta velocemente trasformando nella nazione capace di accogliere un “turismo della terza età” in modo rivoluzionario e qualificato.

Il Portogallo è stato eletto anche miglior Paese dove andare a vivere dopo la pensione ed è tra le destinazioni più gettonate dai pensionati italiani che scelgono di trasferirsi all’estero. In sintesi, se si diventa residenti non abituali, ai pensionati italiani viene accreditata la pensione defiscalizzata, senza  alcuna trattenuta ed il fisco portoghese non applica nessuna imposta per 10 anni. Pochi i requisiti essenziali per la concessione della “residenza non abituale” che richiede di non aver risieduto in Portogallo nei cinque anni precedenti la presentazione della domanda e quello di soggiornare nel Paese almeno 183 giorni l’anno.

In sostanza, per una cultura che ha permeato nel proprio dna il sentimento e la nostalgia legato alle partenze, ha sviluppato anche una forte accoglienza legata ai ritorni.

La sensazione di essere “giunti a destinazione” quando si arriva a Lisbona o ai lembi estremi del Portogallo è certamente una percezione evidente anche dal punto di vista geografico. Eppure è altrettanto evidente che il “fermento positivo” che si percepisce in questo paese permette di sviluppare la sensazione che “qualcosa di nuovo” è in arrivo e aspetta di essere vissuto.

E’ questa consapevolezza che colpisce inevitabilmente qualunque viaggiatore, ed è questa sensazione positiva legata al futuro di cui ha fortemente bisogno chi si vuol trasferire in un paese straniero.

Malinconia e nostalgia di vita sono la struggente particolarità delle persone che desiderano trasferirsi all’estero che si collegano in modo naturale alla “saudade” portoghese.

L’essenza del Fado ricompare nella profonda nostalgia e nella speranza per il futuro.

Probabilmente nessun altro paese europeo potrebbe comprendere e sostenere così intimamente “il destino- il “fatum” a cui si abbandona chiunque abbia una struggente voglia di ricominciare….

Non sono niente, non sarò mai niente, non posso voler essere niente. A parte questo ho dentro di me tutti i sogni del mondo!
Fernando Pessoa

Massimo Terracina