CAVAP: anche Alessandria si mobilita contro gli abusivi

Il gruppo delle 32 agenzie fondatrici di CAVAPSi sono incontrati in una sala dell’Antica Caffetteria di Alessandria e hanno fondato il primo comitato di agenzie della provincia, nato appositamente per combattere l’abusivismo. «Ci ha dato coraggio il servizio di Striscia la notizia», dice Francesco Conta di Aleramic Tour, che insieme a Cristina Valdata, Valdata Tour, ha tenacemente organizzato la rivolta contro gli irregolari, raccogliendo subitomolte adesioni tra i colleghi della zona.

Un invito a tutti i colleghi

«Sappiamo che anche altri gruppi di colleghi si sono mossi in altre Regioni italiane – aggiunge – contro un fenomeno che pare sottragga al mercato regolare il 35% dei gruppi, e al fisco tra i 500 e i 600 milioni di euro l’anno, tutti sulle spalle dei contribuenti. Non rispettano alcuna regola ed espongono i loro clienti, spesso ignari, a rischi di ogni tipo». Nasce così CAVAP, Comitato delle Agenzie di viaggi di Alessandria e Provincia. «Alcuni non hanno potuto partecipare – dice Francesco – ma sono comunque dei nostri. Per ora siamo 32 agenzie, veterani e nuove leve tutti insieme. E invitiamo tutti i colleghi piemontesi a farsi vivi. Abbiamo con noi anche Piemonte Heritage, associazione di guide professionali. E Giorgio Abonante, consigliere del Comune di Alessandria».

All’Antica Caffetteria si sono intrecciate storie di abusivismo diffuso. «Ci accomuna un terribile senso di impotenza – dice Francesco – la sensazione di essere soli contro tutti. Ma sappiamo altri gruppi come il nostro si sono già mossi in altre Regioni. Cercheremo di capire come gli altri ottengono risultati.

Subito la formazione per i clienti

«Intanto partiremo dalla formazione dei clienti, – dice Francesco – che senza saperlo si rendono complici degli abusivi. Perché una volta che spieghi alle persone i rischi cui vanno incontro finiscono per preferire un professionista. Stiamo mettendo insieme idee e proposte per colpire sia i piccoli che i grandi abusivi, anche in chiave fiscale. Pensiamo a un incontro allargato, per capire che non dobbiamo più combattere da soli. Sembra incredibile riuscire a parlare insieme dei nostri problemi, a partire da un nemico comune. Si può fare, è una bella senzazione».

Nella foto il gruppo dei fondatori: Arte e Viaggi, L’Oblò, Stravacanze, La Sartoria dei Viaggi, Travel Consulting, Orava Travel, ADMViaggi, Sassone Viaggi, La Tartaruga Viaggi, Monile Viaggi, Viar Viaggi, Bluvacanze, Altruist, Stranalandia, Quadrifoglio e Adam’s Travel.