In Viaggio con l’agente: Cuba, i cayos del Nordeste e i Jardines del Rey

CubaCuba: la magia del caribe che piace agli italiani. Dopo qualche anno che il tema portante del turismo “mar y playa” era stato abbandonato a favore di cultura, sostenibilità, eredità coloniali, torna prepotentemente in primo piano con la sempre più consistente affermazione della “cayeria del norte” i cayos de los “Jardines del Rey” Coco, Paredon e soprattutto l’ultimo sviluppato Cayo Santa Maria.

Non a caso la tradizionale fiera del turismo cubano, FitCuba ha tenuto la sua 28° edizione al cayo, per la seconda volta nella sua storia, dopo anni in cui la protagonista assoluta era stata la capitale “la Habana”, oggi sempre più richiesta, piena di visitatori.

Il Ministero del turismo ha lanciato la nuova destinazione succedanea al mare meraviglioso dei cayos, Sagua la Grande, nell’entroterra dove i circuiti toccheranno un territorio per alcuni aspetti nuovo, come a Sagua e Caibarien, per altri già sperimentati come a Remedios, con il fine di dare un’idea della Cuba campesina e ancorata alle tradizioni forti e radicate. Bello anche il capoluogo della provincia, Santa Clara, nel quale il sapore romantico e rivoluzionario, intriso della figura di Ernesto Guevara de la Serna, con il mausoleo che ne contiene i resti, il museo a lui dedicato e soprattutto il grandissimo monumento, ricordano la storia travagliata degli ultimi 60 anni di Cuba, un paese che “non puoi non amare” in ogni suo pur contraddittorio risvolto.

La parola agli agenti di viaggio

Francesco Marini – Promesse viaggi – Fonte Nuova (Roma) 

Il mare, assoluto protagonista

CubaUn viaggio nel tempo dei ritmi lenti della vita quotidiana, dei paesini di Caibarien e Remedios pieni di colori e tradizioni è il prologo che ti conduce a Cayo Santa Maria, una bellezza unica nel mar dei Caraibi con incantevoli spiagge dorate, fra le quali spicca playa Las Gaviotas. Qui il mare riveste il ruolo di assoluto protagonista di una vacanza per la barriera corallina che ti conquista tra coralli, stelle marine, pesci angelo, pesci pagliaccio e anemoni.
Diversi parchi naturali da visitare (Bagà e Caguanes) offrono l’osservazione della ricca flora e fauna locale. Da non perdere la cucina locale caratterizzata da pesce fresco e frutta tropicale. Una vacanza da consigliare a famiglie e coppie.

 

Mabel De Bernardi – The Differences – Travel with Soul – Milano

Seconda Stella a destra: un ponte con vista sull’Oceano

Non ci sono limiti di età per un viaggio di nozze a Cayo Santa Maria, tanto che lo scorso anno, una coppia di Milano, ha festeggiato sull’Isola del Parco della Biosfera, Patrimonio dell’Unesco, la luna di miele. Percorrere quei 48 km di “pedrapleno” che scorre in mezzo all’Oceano e unisce terraferma e l’isola dai fondali cristallini.Cuba

E’ stato emozionante ricevere le foto delle stelle marine trovate di fronte al resort! La certezza, consigliando Cayo Santa Maria, è proprio quella di  offrire un soggiorno da sogno, con una vasta scelta, lungo le spiagge più belle di Cuba.

I limiti sono quelli di offrire un paradiso ad uso esclusivo dei clienti internazionali, dove la vita reale non viene “lasciata entrare”. E’ difficile però arginare la passionalità di Cuba, la musica, i balli, l’atmosfera…è difficile arginare la vita. 

Consigliamo quindi di arrivare a Cayo Santa Maria, come parte finale di un tour, dopo aver visitato La Habana, Trinidad, Santa Clara, dopo aver apprezzato uno dei patrimoni coloniali più ricchi al mondo Tuttavia anche per quelli che arrivano a Cayo Santa Maria direttamente dall’Italia, o per chi ha già visitato la Cuba coloniale, consigliamo di visitare la vicina San Juan de Remedios, una cittadina a circa cinque chilometri dai cayos, che permette di vivere l’esperienza della Cuba autentica, quella musicale, delle sieste interminabili. Il mare e l’atmosfera vi faranno ritornare, perché, a Cuba, non è possibile andare una volta sola!

Laura Carbone – Cantore viaggi – Genova

Santa Maria… una destinazione poliedrica e avvolgente

CubaAtterrando a Santa Clara, un breve trasferimento via terra, un terrapieno (di pietra di 40 e oltre chilometri, che collega il cayo alla terra ferma, ed ecco Cayo Santa Maria…18km quadrati di isola con una dozzina  di km di spiaggia dovrebbero essere sufficienti per chiunque. Spiaggia che sogniamo da sempre, un borotalco con sfumature dal beige al bianco, luogo ideale per concedersi una vacanza all’insegna del solo isciacquio del mare.

La gastronomia raffinata che propongono gli hotel più lussuosi di tutta l’isola, che sta sempre più ampliando le destinazioni e i poli turistici arricchisce una offerta paesaggistica per chi non ama solo la spiaggia, ma anche la natura, gli animali, nella riserva della biosfera dove è possibile trovare anche il fenicottero rosa. Una destinazione facile per tutti, per chiunque ami una vacanza poliedrica e avvolgente.

 

 

Maurizio Sicuro – Sin Tierra – Bologna

Un sogno dove camminare sul mare, è possibile

CubaPer molti Villa Clara dice poco ma quando si dice la provincia il cui Capoluogo è Santa Clara allora molti accendono l’attenzione: il “Che”, il Mausoleo, ricordi di oramai epici episodi di Rivoluzione , Villa Clara però nella sua estremità nord ha una serie di perle, i cayos isole prive di acqua e mai sostanzialmente abitate, una vegetazione lussureggiante tipica di questa parte dei Caraibi, splendide spiagge, acque cristalline, l’uomo per secoli non le ha considerate ma negli ultimi anni il Governo Cubano in associazione con  alcuni investitori stranieri le hanno fatte conoscere al pubblico che ama il mare la natura incontaminata, la regina dei cayos di questo paradiso in terra è Cayo Santa Maria.

Da 25 anni proponiamo Cuba e la sua Storia, la sua cultura, la sua Rivoluzione, la Cuba dei sognatori. La prima volta che ci arrivai mi innamorai della piazza di Remedios, sembrava il paese di Zorro dei telefilm ma essendo istruttore subacqueo mi interessò il mare: bello si, con pesce si, però immersioni, difficile, nessuna struttura alberghiera, solo cayos, belli ma ricettività “0”. Un incontro fortuito mi portò ad esplorarli meglio e accompagnare più volte sul luogo la crescita di questa parte di Isla Grande: i paradisi terrestri di cayo Ensenachos e soprattutto Santa Maria.

Qui i nomi delle spiagge si ripetono, playa las gaviotas, paraiso, sirena, ne evocano la bellezza, sabbia bianca, finissima, acqua cristallina ideale per tutte le attività, piante e animali endemici che incontrerete solo in questi luoghi: molluschi che dal mare salgono sugli alberi e delfini non si negano mai. Da 25 anni proponiamo Cuba che non smette mai di stupirci, con la cordialità e la simpatia dei suoi abitanti, i sogni che si respirano nell’aria ed una natura prepotente che grazie alle proposte di nuove destinazioni nell’Isla ci fanno conoscere le zone più nascoste della perla dei Caraibi.

Massimo Terracina