SRI LANKA CHIAMA ITALIA: «SOLO 40.000 ITALIANI, NE VOGLIAMO MOLTI DI PIU’»

 

«Nel 2018 abbiamo avuto oltre 2 milioni di ospiti stranieri, compresi quasi 40mila italiani. Che in tre anni sono quasi raddoppiati, sicuramente grazie al vostro lavoro. Ma ne vogliamo ancora molti di più»: così a Milano l’ambasciatore dello Sri Lanka in Italia S.E. Daya S.J. Pelpola, accogliendo con una folta delegazione di operatori e rappresentanti delle istituzioni gli agenti di viaggi e i tour operator riuniti all’hotel Michelangelo di Milano nella prima tappa del roadshow organizzato da Travel Open Day per lo Sri Lanka Tourism Promotion Bureau, con il secondo incontro subito dopo a Bologna. A rinforzare il messaggio c’è la nuova campagna di affissioni che racconta lo Sri Lanka in questi giorni nelle stazioni della metropolitanta di Roma e Milano.

A fine workshop ha vinto a sorte un soggiorno mare di una settimana Lina Margherita, Agenzia Rallo di Mestre: «È stato un evento molto uitile e ben organizzato – ha commentato – ho incontrato fornitori e dmc molto interessanti, e questo viaggio sarà l'occasione per ritrovare un Paese splendido, che finalmente potrò apprezzare anche per la bellezza del suo mare, a lungo marginale in un prodotto identificato soprattutto per il suo patrimonio d'arte e di cultura»

A fine workshop ha vinto a sorte un soggiorno mare di una settimana Lina Margherita (al centro della foto) di Agenzia Rallo di Mestre: «È stato un evento molto uitile e ben organizzato – ha commentato – ho incontrato fornitori e dmc molto interessanti, e questo viaggio sarà l’occasione per ritrovare un Paese splendido, che finalmente potrò apprezzare anche per la bellezza del suo mare, a lungo marginale in un prodotto identificato soprattutto per il suo patrimonio d’arte e di cultura»

Il Paese delle Meraviglie, con tanto bel mare

«Vi offriamo un Paese piccolo ma pieno di meraviglie – ha detto anche l’ambasciatore – perfettamente collegato sia in aereo che via mare, ideale anche per uno stop over. Con un paesaggio straordinario per rigoglio e varietà e un patrimonio culturale vastissimo e originale, con otto siti del Patrimonio Unesco a testimoniare cinquemila anni di storia». Oltre a 14 parchi nazionali, popolati da una fauna ad altissima densità di elefanti e leopardi, mentre in mare abbondano balene e delfini. Nella piccola isola il clima tropicale mantiene sempre una costa soleggiata e la gamma di attività strutturate spazia dal diving al surf e al kite, dal safari al birdwatching, alla mongolfiera, al biking, il rafting e il parapendio, ma anche golf e altri sport. Ancora le terapie ayureveda e tutto quel che serve ai matrimoni. In un mondo attraversato da una potente spiritualità dove la prevalente fede buddista convive serenamente con la Hindu, l’Islam e il Cristianesimo.

«Voi professionisti siete importanti, contate su di noi»

«Per noi venire qui è complicato, e un investimento importante» ha detto ai colleghi italiani Mervyn Fernandopulle, presidente di Air Wing Tours Sri Lanka. «Ma voi siete importanti per lo Sri Lanka – ha aggiunto – abbiamo portato le nostre Dmc storiche, esperti che sanno come accogliere i vostri clienti, e le nostre guide parlano un ottimo italiano. Contate su di noi, anche in combinazione con altre mete come Maldive e Australia, o Singapore. Le cose cambiano, il mercato online sfida i tour operator il dialogo tra noi è sempre più importante».

«La modernità non ci ha cambiati»

In una suggestiva presentazione video la signora Shirani Herath, dello Sri Lanka Tourism Promotion Bureau, ha fornito tutti i dettagli dell’offerta nazionale. Con il racconto di un Paese che «nella modernizzazione non ha perso nulla della propria forte identità, né il carattere generoso e sorridente dei suoi 22 milioni di abitanti». Ma ora conta su una rete ricettiva di qualità a ogni livello, con molti ottimi quattro e cinque stelle e resort ’di autentico standard occidentale’, con l’atmosfera e lo charme della sofisticata accoglienza orientale. E poi non solo grandi marchi ma boutique hotel più convenienti e B&B di qualità. Notevole anche l’offerta gastronomica, che alla tradizione locale abbina il gusto internazionale e anche italiano, con molti chef cingalesi reduci da esperienze professionali in Italia.

MILANO 8 FEBBRAIO 2019

BOLOGNA 13 FEBBRAIO 2019