Testa, Avis: «Con le agenzie vogliamo migliorare»

Il mondo dell’intermediazione sarà variamente coinvolto dall’evoluzione di medio e lungo periodo del mondo Avis: lo ha detto Gianluca Testa, managing director Southern Region di Avis Budget Group, delineando la strategia del gruppo: colosso del rentacar da 650mila veicoli e 9 miliardi di dollari di fatturato, presente in Italia con 300 stazioni di noleggio.
Nell’auditorium dell’Ara Pacis a Roma Gianluca Testa ha annunciato il successo della partnership con Mercedes Benz che ha dato vita alla Avis Prestige Collection – in crescita ‘molto più del 10% annuo’ con margini unitari ‘nettamente superiori alla media’ – nella quale entrano ora alcune delle ‘auto dei sogni’ al top di gamma del brand tedesco: la CLS, la Classe C Cabrio e la Classe G, ossia il nuovo sontuoso fuoristrada.

Avis Prestige Collection

G 350 d

Grazie a questa partnership Avis e Mercedes collaborano anche in campo tecnologico, condividendo obiettivi di breve e medio termine come sostenibilità ambientale – verso auto a zero emissioni, tra elettrificazione e carburanti sintetici – ed eliminazione degli incidenti, con la guida assistita e infine con l’evoluzione dell’intelligenza artificiale anche a guida del tutto autonoma.
Quanto alla distribuzione Testa ha parlato di un vero e proprio bivio strategico segnato dall’App rilasciata lo scorso aprile, riservata ai clienti preferred profilati, che possono prenotare in tre click, chiedere se del caso un upgrade e soprattutto in aeroporto evitare tutte le operazioni al banco. «Così il cliente – ha spiegato Testa – prende definitivamente il controllo della sua esperienza di noleggio. Si prepara un’altra mutazione verso il self service, e noi vogliamo essere protagonisti, la app è il primo passo in questa direzione».

Avis Prestige Collection

La nuova G 350 d

Commissioni, tempi di pagamento, prodotti specifici

Ma se pure non è ancora chiarissimo come evolverà il dialogo tra Avis e le agenzie di fronte a questa nuova mutazione, è certo che il trade del turismo resta importante: «Le agenzie ad esempio sicuramente ci seguiranno sui temi della sostenibilità – ci ha detto Testa – che sarà molto difficile far passare sulle grandi piattaforme online e sui motori di comporazione. E comunque l’agenzia è un canale fondamentale per noi, che vogliamo sviluppare. Certo con loro dobbiamo migliorare, ci sono miglioramenti da fare sulla struttura delle commissioni e nel tempismo dei pagamenti,  e ci sitamo lavorando. Una volta fatto questo potremo lavorare su prodotti specifici per le agenzie, che sono in evoluzione».

Le nuove ‘Stelle’ del programma Prestige saranno disponibili negli aeroporti di Milano Malpensa, Milano Linate, Venezia Marco Polo, Roma Fiumicino, Torino, Pisa, Firenze, Catania e Palermo e gli uffici di Milano (Piazza Diaz), Como, Roma (Via Sardegna) e Civitanova Marche.