Malesia, molte mete in una

penang-malaysia

Penang illuminata

Non una, ma tante destinazioni diverse in un unico Paese: questo il messaggio emerso al termine del viaggio in Malesia organizzato da Tourism Malaysia Italia, che insieme a Thai Airways e a un pool di corrispondenti locali ha guidato nella parte occidentale della Malesia peninsulare gli agenti di viaggio “Best 15”, distintisi per aver concluso il maggior numero di pratiche sul Paese

Eterogenea la composizione dei partecipanti, giunti dal Veneto, dalla Lombardia ma anche dalla Campania e dal Lazio, rientrati in agenzia con tanti utili contatti ma soprattutto con il ricordo di un Paese che offre molto altro oltre alla natura e al mare. «L’obiettivo di The Best 15, giunto alla quinta edizione – conferma Rosa Lazzarini, marketing executive dell’ente del turismo malese in Italia che ha accompagnato il gruppo insieme al sales representative North Italy di Thai Airways, Vincenzo Mariconda, è proprio quello di far conoscere aspetti diversi di una destinazione che dalla costa occidentale si spinge fino a quella orientale e al Borneo in un susseguirsi di attrattive e di emozioni, dalle spiagge dell’isola di Penang, famosa per essere stata un centro coloniale di primaria importanza, alle foreste del parco del Royal Belum, dove visitare villaggi ancora intatti abitati dall’etnia locale degli Orang Asli o avvicinare gli orang utan presso il centro di Bukit Merah Island». Il pot pourri proposto dall’ente ha contemplato anche le piantagioni di Cameron Highlands e l’isola privata di Pangkor Laut, sede dell’omonimo resort, prima di terminare fra le luci sfavillanti di Kuala Lumpur. Il tutto verificando di persona comfort e ubicazione delle strutture – una menzione particolare va fatta al Banjaran Hotspring Retreat di Ipoh – e stringendo utilissime relazioni con i corrispondenti locali di Insight Borneo, Lotus Asia Tours, Malai Adventure e Synergy Tours, tutte società che collaborano con i to italiani.

La Malesia è una destinazione che anno dopo anno sta crescendo anche sul mercato italiano, ma ancora tanti sono i miti da sfatare: «Non è una meta costosa – aggiunge Rosa Lazzarini -, potendo contare su una varietà di sistemazioni che vanno dai classici 5 stelle lusso ai boutique hotel con poche camere, ai resort e ai lodge nella giungla. E’ perfettamente collegata all’Italia da tutte le principali compagnie e presenta una cultura ricca ed eterogenea, frutto dell’apporto dei malesi, dei cinesi e di tutte quelle etnie che si sono succedute nel corso dei secoli. Proprio nel 2015 festeggiamo l’Year of Festivals, in modo tale da spingere anche su questo aspetto che affianca natura e mare».

 Volare con Thai Airways

Thai Airways non è solo Thailandia: in un’ora o due, dall’hub di Bangkok è infatti possibile raggiungere tutte le principali mete del Sud-est asiatico. In particolare, ottime le connessioni per Kuala Lumpur e Penang. «Nell’orario invernale, Thai garantisce un volo giornaliero dall’Italia, in partenza a giorni alterni da Roma Fiumicino o da Milano Malpensa. Da Bangkok poi, la frequenza su Penang è quotidiana, mentre per Kuala Lumpur abbiamo più voli nello stesso giorno» specifica il sales rerpresentative North Italy della compagnia, Vincenzo Mariconda.

Pro e contro, il parere dell’Agente di Viaggio

Gabriella Iovino, Marcinatour, Salerno

“Una miscela di cultura e natura; una meta che incuriosisce e sorprende”

 Simona Zapparelli, Be Nomad, Brescia

“Una destinazione autentica, vivace, interessante per il mare sulla costa est e per le città”

Luana Dal Cin, Atman Viaggi, Sacile, Pordenone

“La sicurezza e la facilità di approccio ne fanno un viaggio adatto a tutti”

 Giulio Paganotti, Conoz Travel, Bussero, Milano

“In Malesia c’è un po’ di tutto, in un mix perfetto per gli italiani”

Marta Maffiodo, Glaros Travel, Carignano, Torino

“Un viaggio che richiede molto tempo; una natura bellissima, unica”