In 100 a Dubai con Idee per Viaggiare

TRAVEL QUOTIDIANO 1

L’occasione di riunire 100 agenti di viaggi tutti insieme in una destinazione l’ha offerta il “II UnConventiOn tour” di Idee per Viaggiare: una 5 giorni emiratina che ha mostrato ai 160 ospiti – inclusi partner, fornitori e staff, come da format collaudatissimo – una fotografia dell’Emirato in costante divenire, in collaborazione con Emirates Airlines, Arabian Adventure (dmc) e DTCM Dubai.
La lungimiranza di Dubai trapela dai progetti e dalle idee, che dopo l’affermazione del simbolo del Burj al Arab, negli anni ’90, oggi vedono la nuova icona mondiale, la Burj Khalifa (838 metri di ardimento architettonico): il fermento si respira tangibile.
L’Expo 2020 è l’importantissima deadline temporale che coincide con il piano di sviluppo Vision 2020 del DTCM Dubai, l’ente di promozione turistica, e attirerà 20 milioni di visitatori, la maggior parte dei quali stranieri. L’industria dell’ospitalità qui cresce a dismisura con l’apertura di sempre nuove e più incredibili strutture.

Il gruppo di agenti italiani, guidato e ispirato da Danilo Curzi e Tiziana Spila, ha visitato in anteprima assoluta Palazzo Versace, la cui apertura, in versione soft, è prevista per fine ottobre. E poi lo sfarzo delle strutture che hanno “coccolato” i fortunati partecipanti: dal Ritz Carlton allo Shangri la, location lussuosa delle serate di gala, agli hotel Address, Media ONE, O&O Royal Mirage e “H”, che hanno ospitato la delegazione.
Straordinaria la serie di attrazioni di Dubai: dall’Atlantis the Palm Water Park all’Osservatorio del Burj Khalifa, al 124° piano e a 452 metri di altitudine; dall’Emirates Mall con oltre 1200 negozi ai giochi d’acqua delle fontane. Insomma tutto quello che si può immaginare in giro per una metropoli che negli anni non è mai stata uguale a sé stessa, capace di espandersi e di conservare intatto l’appeal di una giovane signora che ha tanto da offrire, e sempre di più.
«Come per lo scorso anno ad Abu Dhabi, con una formula collaudata – dice Tiziana Spila, pm e ospite squisita – abbiamo voluto portare i nostri partner più fedeli a toccare con mano una destinazione che per noi è fondamentale, con circa 5 mila passeggeri l’anno. Devo ringraziare tutti i partner che ci hanno aiutato a fare di questa manifestazione un evento indimenticabile, per noi e credo anche per gli agenti di viaggi coinvolti».

Sabino Sgaramella,  I Traveller, Viaggiatori e…, AndriaSabino Sgaramella

Dubai, imparagonabile

«Per Dubai rispolverate gli abiti indossati solo ai matrimoni, è il luogo giusto dove sfoggiare il meglio di voi stessi”. È quel che i miei clienti vogliono sentirsi dire quando scelgono questa destinazione, e non importa se il clima in certi periodi dell’anno sia estremamente caldo, d’altronde anche dalle nostre parti in Puglia ci stiamo abituando. A fare da cornice poi le stravaganze architettoniche, il lusso, il deserto e la cultura religiosa che rendono la città unica rispetto alle grandi metropoli asiatiche e occidentali. Forse i troppi cantieri aperti e le gru che volteggiano sui grattaceli disturbano l’incredibile skyline, ma prima o poi termineranno, di sicuro entro  EXPO 2020, vista la velocità di sviluppo della città».


Monica IncertiMonica Incerti
, Genovagando, Genova

Parafrasando Wilde…Dubai è come una donna fatta per essere amata, non per essere compresa.

“Di Dubai si potrebbe scrivere tutto e il contrario di tutto, è una città in continua evoluzione e alla continua ricerca della perfezione e della grandezza, in tutto. L’Emirato affascina e colpisce, soprattutto per l’impegno nel creare dal nulla, una realtà quasi unica nel suo genere. Dubai offre un ventaglio infinito di opportunità per soddisfare ogni tipo di esigenza, in maniera impeccabile e accompagnata da un’ospitalità calorosa e sempre attenta. Questa è la città dove tutto è possibile, iridescente, raffinata, a volte eccessiva ma proprio per questo unica e indimenticabile. I contro di Dubai? Solo per chi non sa coglierla con gli occhi giusti. Parafrasando Wilde, Dubai è come una donna fatta per essere amata, non per essere compresa».

chiara tonetChiara Tonet, Contigo Viaggi e Viaggiatori, Conegliano Veneto

Un’oasi moderna, elegante e tecnologica in pieno deserto

«Di Dubai ho apprezzato il suo essere avanzata ma chic allo stesso tempo, considerate soprattutto le origini umili e semplici di questa città del deserto. Non mi ha entusiasmato l’espansionismo, la competitività che dimostra nel voler essere agli occhi del mondo il “luogo del primato”, di grandezza e maestosità con i suoi alti palazzi ed i tanti  eccessi.
Dubai è una città intrigante, dinamica, ricca e proiettata in un futuro moderno e alternativo. Ottima per fare da contraltare ai mari più lontani, e per una vacanza familiare».


Ernesto MossoErnesto Mosso
, Crocetta Viaggi, Torino

Nel bene e nel male un luogo di grandi emozioni

“Perché Dubai ? Oppure perché assaggiare i tartufi?  Ma per curiosità,per un’assoluta necessità professionale, voglia di vivere una esperienza, per alcuni magari stupida ed assurda, per me straordinariamente educativa e formativa.
«Tra i I “pro” di Dubai… un’immagine in continua evoluzione, un esempio di vigore e di creatività, modernità esasperata ma stupefacente, rigore e precisione, seppure al limite della accettabilità.

«Il rovescio della medaglia?: l’efficienza  estrema pesa sempre su chi è chiamato a realizzarla dal basso, la grandezza dell’opera, seppur mirabile, pretende il sacrificio di molti “umili operai”.
«L’essenza della destinazione si perde per chi l’approcci con scetticismo, si perde l’effervescenza di un pezzo di mondo ,e di una società che con risorse materiali incredibili ha saputo creare qualcosa che, nel bene e nel male, suscita importanti  reazioni e  regala anche grandi  emozioni».

Massimo Terracina