Il racconto per immagini di Oronzo Scelzi, agente di viaggi e fotografo

oronzo ScelziOronzo Scelzi – agente di viaggi dal 1974, titolare di Eurocomex a Bari – è fotografo e giornalista di viaggio di grande esperienza: «grande viaggiatore e grande conoscitore di luoghi e persone» come lo definisce Danilo Cruzi, titolare di Idee per Viaggiare, che ha appena pubblicato in 3mila copie il suo quarto volume di ‘storie per immagini’. Immagini splendide e anche dolorose, perché in parte sono scattate in Siria, tra luoghi e opere che non esistono più, distrutti o gravemente danneggiati dalla furia del califfato.

Incontriamo Oronzo al Travel Open Day di Bari: «Nel 2013 in educational ho visitato tutto il Paese – ci racconta – ho fotografato la cittadella di Aleppo, le ruote di legno degli antichissimi mulini di Om, tesori di storia e di bellezza che appartengono a tutta l’umanità».

COPCon il titolo Frammenti di Viaggio 2, il volume è corredato dai testi di Antonella Ivona, docente di geografia dell’Università Aldo Moro di Bari. Si tratta del quarto volume di Oronzo, che qui suggerisce e illustra una serie di  17 itinerari, il primo dedicato appunto alla Siria, e gli altri edici giocati su destinazioni in catalogo da Idee per Viaggiare. I volumi precedenti sono monografie sull’Antartide e sul Giappone, preceduti dal primo Frammenti di Viaggio, con una serie di 18 itinerari narrati per immagini. «Le immagini sono uno strumento di marketing prezioso e suggestivo – dice Oronzo – io le uso raccontando il mondo ai miei clienti, Idee per Viaggiare fa lo stesso e li distribuisce alle agenzie».

Agente di viaggi dal 1974, a Bari

L’impegno di Oronzo da agente di viaggi ha la stessa intensità di quello da fotografo: gli inizi nel mondo giovanile con Nouvelles Frontières, poi Gsa di Swissair, PanAm e United. E poi il confronto costante con il mutamento drastico e ormai costante del mercato. «La domanda a Bari è molto cambiata – ci spiega – paghiamo l’inesperienza di molti nuovi arrivati, che hanno preso il posto delle imprese storiche. Abbiamo un business travel di piccole imprese, perché le grandi sono tutte con Bopa e American Express. Si fa molto tailor made, e soprattutto vanno i nostri gruppi tematici sul lungo raggio, in genere tra 15 e 40 passeggeri: Tibet, Birmania, Giappone, tutto in filiera ma sempre gestito da noi e con accompagnatore Eurocomex».

E per i tour operator Oronzo ha una richiesta molto precisa: «Per favore, vorrei che non vendessero senza controllare la fonte del booking. Bisogna che pretendano qualificazione professionale dai loro interlocutori, perché qui siamo sommersi di abusivismo e inesperti, che fanno danni terribili a tutti in tutto il settore».