Eligiò Viaggi: «L’agente di viaggio è il mestiere più bello»

Sara Oliveri_Eligiò ViaggiPassione e professionalità ma soprattutto una ferrea convinzione alla base di tutto: ovvero, che l’agente di viaggio sia il mestiere più bello che si possa fare. Non ha dubbi Sara Olivieri, che conduce le attività della sua Eligiò Viaggi con lo stesso entusiasmo del primo giorno. «Ho rilevato l’agenzia nel 2004 – spiega la titolare di Eligiò, che prende il nome dalle precedenti proprietarie, Eliana e Giorgia -, una piccola realtà della Val Bormida a San Giuseppe, nell’entroterra ligure. Ho provato anche un avventura più “cittadina”, aprendo una filiale a Savona nel 2005, per poi chiuderla nel 2008».

Sara è una grande appassionata del suo lavoro. «Amo il mio lavoro – aggiunge Sara – perché offre continuamente nuove occasioni per imparare, è in evoluzione. Richiede molto impegno ma c’è grande soddisfazione quando capisci che il cliente ha acquisito fiducia».

Secondo Sara la professione dell’agente di viaggio è cambiata con l’avvento di internet che ha messo a disposizione degli stessi agenti molti e nuovi strumenti. «Devi offrire una consulenza a 360 gradi – aggiunge l’agente – e grazie all’esperienza puoi prevenire molte problematiche».

La clientela della zona è multitarget. «Mi rivolgo ad una clientela varia – continua Sara – e a target differenti. Tratto anche alcuni gruppi con i quali cerco di portare avanti un’attenta fidelizzazione”.

I gruppi vanno curati nei minimi particolari: grazie ad un attenzione quasi maniacale Eligiò non ha mai avuto segnalazioni relative a problematiche, un particolare molto gratificante.

«Cerco di supportare il cliente a 360 gradi, di ascoltare ogni richiesta – conclude Sara – Non solo, l’agenzia non applica la fee sui biglietti dei treni».

Maria Carniglia